La versatilità della prescrizione MBT: i canini (di Giovanni Lopez)

English Version 🇺🇸🇬🇧   “Don’t make the process more difficult than it is”. Jack Welch. Uno dei maggiori punti di forza della Tecnica MBT risiede nella capacità di mostrarsi versatile in molte situazioni, permettendo di modificare la posizione di un dente o di un gruppo di denti (in particolare angolazione e torque) senza utilizzare brackets addizionali o…

A Catania, Corso di Perfezionamento in tecnica Straight Wire MBT.

Ho il piacere di comunicare ai lettori di questo blog che dal mese di Marzo avrò l’onore di essere il relatore del Corso di Perfezionamento in Tecnica Straight Wire dell’Università di Catania. Il Corso é organizzato dalla Prof. Rosalia Leonardi, direttore della Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia e rappresenta l’unica opportunità accademica per l’area Sicilia-Calabria…

Quali sono i testi MBT?

La tecnica MBT é una delle poche tecniche codificata da una importante produzione di testi base che ne sviscerano fino in fondo essenza e declinazioni. Tutti i libri si caratterizzano per una iconografia importante e molto ben curata, che al momento delle prime pubblicazioni si distinguevano in modo netto dalle altre produzioni perché presentavano showcases…

Distalizzare l’arcata superiore con TADs vestibolari (caso di A.Eliseo)

🇬🇧 English.   La distalizzazione no-compliance dell’arcata superiore é generalmente affidata a dispositivi palatali denominati “distalizers”, quali il distal jet, il Pendulum, il first class ecc. Ma per tutti questi dispositivi esiste un limite: la distalizzazione é no-compliance solo in parte. Lo é quella dei molari, lo é in parte quella dei secondi premolari lasciati liberi,…

Quando ci si può aspettare il mandibular shift?

🇬🇧 English Si é abituati a pensare che, se apriamo il morso o espandiamo sopra e la relazione occlusale é di classe 2, la mandibola viene in avanti. Ci sono addirittura filosofie di trattamento che hanno basato le loro speculazioni sull’idea dello sblocco occlusale. L’esperienza ci porta a dire però che non sempre é così….

Foot in shoe theory (di F.P.Pistacchio)

Ricordo la polvere che tappezzava la vecchia pubblicazione dalle cui righe conobbi questo secolare asserto ortodontico, a firma del tedesco Korbitz(1). Correva l’anno 1914, e la “foot in shoe theory” si stagliò come un dogma che prevedeva, attraverso l’ espansione del mascellare, la correzione di quella che pochi anni prima Angle aveva chiamato Class Two….

La Compagnia Ortodontica: la novità del panorama ortodontico italiano

Ricevo e pubblico volentieri una lettera inviatami dall’amico e collega Andrea Alberti, colui che ha ideato quella piazza virtuale per ortodontisti dai più ormai indicata familiarmente come “La compagnia”. Mi piace sottolineare che lo spirito che lo anima é molto simile all’aria che si respira dalle parti dell’mbteam, o dell’MBT “meglio bravi tutti”. Gianluigi Fiorillo…

I canini inclusi e la pre-Ortodonzia secondo Kokich (di Daniele Raviglia)

  “Felice il paese, che non ha bisogno di eroi!”; così scriveva Bertolt Brecht in una delle sue opere maggiori: “Vita di Galileo”. Cosa c’entra tutto ciò con l’ortodonzia? Ebbene ci sono persone (io li chiamerei eroi) che possono essere definite illuminate, geniali finanche folli per qualcuno, che si distinguono – dall’arte alla scienza –…

Le estrazioni dei settimi secondo Trevisi (di Giovanni Lopez)

Sono stato di recente in Brasile da Hugo Trevisi e tra gli innumerevoli spunti che ha saputo trasmettermi, ritengo che il principale sia stato la capacità di cambiare il punto di vista. Ovvero ciò che lui seppe fare quando codificò insieme ai suoi sodali – lui, a differenza degli altri, da esperto clinico – la…

Maschera di Delaire e RPE: la combinazione funziona?

Nel luglio 2015 é stata pubblicata (1) una accurata meta-analisi sulla terapia ortopedica delle classi 3, tesa – tra le altre cose – alla valutazione della efficacia della combinazione Delaire/RPE. Ovvero ad analizzare il protocollo Mc Namara che consiste nella attivazione secondo necessità dell’RPE e nella applicazione notturna della trazione inversa. Selezionati inizialmente in numero pari…

RPE: la formula per le attivazioni

  Ci si chiede spesso tra colleghi che protocollo viene utilizzato per l’espansione ortopedica. Ovvero “quante attivazioni fai?” senza contestualizzare la necessità del paziente. Ogni paziente merita la propria quantità di espansione con una frequenza di attivazione utile ad aprire la sutura. Proviamo a immaginare una formula per sapere per quanti giorni effettuare 2 attivazioni…