Lo scanner intraorale: intervista a Santiago Isaza Penco

Ho recentemente incontrato Santiago Isaza Penco ad un Congresso al quale eravamo entrambi invitati. Sapevo della sua abitudine all’utilizzo dello Scanner intraorale e ho pensato di sottoporlo ad una intervista su questo argomento. Santiago, da qualche anno ormai, utilizzi lo scanner. La tua pratica ortodontica é cambiata? In primo luogo, l’utilizzo dello scanner ha contribuito aContinua a leggere “Lo scanner intraorale: intervista a Santiago Isaza Penco”

Qual é il metodo di bonding indiretto più accurato?

Il ricorso al bonding indiretto é sempre più praticato. Diverse sono le metodologie di trasferimento dei bracket e in generale si pensa che la possibilità di commettere errori sia drasticamente ridotta. Perché i bracket si applicano con tutta calma su un modello in gesso, perché la visione é sempre diretta, perché non abbiamo la difficoltàContinua a leggere “Qual é il metodo di bonding indiretto più accurato?”

La versatilità della prescrizione MBT: i canini (di Giovanni Lopez)

English Version 🇺🇸🇬🇧   “Don’t make the process more difficult than it is”. Jack Welch. Uno dei maggiori punti di forza della Tecnica MBT risiede nella capacità di mostrarsi versatile in molte situazioni, permettendo di modificare la posizione di un dente o di un gruppo di denti (in particolare angolazione e torque) senza utilizzare brackets addizionali oContinua a leggere “La versatilità della prescrizione MBT: i canini (di Giovanni Lopez)”

La tabella di posizionamento semplificata

L’altezza di posizionamento dei bracket é fondamentale per non commettere errori verticali che potrebbero determinare estrusioni e intrusioni indesiderate, difetti di intercuspidazione e di over bite, inestetismi. Mc Laughlin, Bennett e Trevisi proposero una tabella utile ad evitare tali errori, in grado di suggerire una collocazione verticale dei bracket che non fosse influenzata dalle dimensioni deiContinua a leggere “La tabella di posizionamento semplificata”