Anchilosi molare superiore: l’ortodontista si scopre protesista (di G.Fiorillo e F.Doroteo)

Non è un evento frequente, ma succede: il molare superiore in anchilosi che, se incluso in apparecchiatura, si rende responsabile dell’intrusione degli elementi adiacenti e della creazione di open bite. Su un recente numero di JCO, Matheus Melo suggerisce la lussazione preliminare previa preparazione dell’arcata e l’applicazione di una forza estrusiva: il case report mostra l’effettiva ricollocazione sul piano occlusale del dente. Ma si tratta di procedure a prognosi incerta; non è detto infatti che il molare si muova.

anchilosi-sesto-sup-001.jpeg

Un’altra evenienza frequente è quella della infraocclusione da anchilosi che riguarda i quinti decidui corrispondenti ad agenesie dei secondi premolari. In questi casi la necessità di conservare a lungo il deciduo per funzionalizzarlo, ne rende consigliabile il restauro al fine di collocarne la superficie occlusale in linea con il generale piano occlusale. Un build-up, ovvero un overlay in composito o materiale ceramico può essere la soluzione riabilitativa.

Forti di questa esperienza, e da odontoiatri quali in fondo siamo, possiamo immaginare di non ricollocare un molare permanente in anchilosi, ma di allineare tutti gli altri preparando un adeguato spazio mesio-distale per questo dente e applicare in seconda battuta un restauro che ne modifichi forma e posizione.


In questo post mostriamo il caso di una paziente trattata con allineatori, in cui si è proceduto all’allineamento e al livellamento delle arcate, alla correzione di OVB e OVJ, evitando ogni movimento del primo molare superiore destro in anchilosi nel clincheck di simulazione.

Il 16 appare infraoccluso, alto rispetto al piano occlusale e in ectopia palatale. Il restauro, definibile intarsio, onlay o ancora overlay (oppure non so), verrà applicato previa leggerissima preparazione per l’eliminazione dei sottosquadri e la modellazione di un pozzetto ritentivo collocato nella metà distale della superficie occlusale. Il restauro avrà una estensione bucco-palatale abbondante al fine di collocare la superficie vestibolare in linea con le altre e avrà un importante volume verticale, alla ricerca della vicinanza occlusale con gli inferiori. L’estensione vestibolare (o buccale che dir si voglia) contribuirà a riempire i corridoi buccali, riducendone l’ombra che caratterizza lo smile in quella zona.

Realizzato il manufatto, avendo scelto con materiale il composito, la superficie del dente viene preparata con acido ortofosforico, quella interna dell’intarsio sabbiata e detersa, dopodicchè si applica lo stesso adesivo sulle parti contrapposte e un composito duale per la cementazione. Una punta convessa in teflon abbinata a manipolo subsonico “pressa” l’intarsio sul dente successivamente, rimossi gli eccessi, si fotopolimerizza. (Rif A)

Il risultato è una riabilitazione settoriale ottenuta senza ortodonzia ma attraverso la modifica della forma dell’elemento dentario in anchilosi. La modifica della forma determina una effettiva modifica di posizione che porta il dente in contatto occlusale e lo spinge in direzione vestibolare, sì da illuminare l’angolo della bocca durante la dinamica del sorriso.

Gianluigi Fiorillo

  1. Ankylosis of Permanent First Molar: Diagnosis by Cone Beam Computed Tomography. Eliana Dantas da Costa; Priscila Dias Peyneau; Francielle Silvestre Verner; Rafael Binato Junqueira; Solange Maria de Almeida; Glaucia Maria Bovi Ambrosano. Int.J.Odontostomat., 11(3):319-325, 2017
  2. Relocation of Infrapositioned Ankylosed Teeth: Description of Orthodontic Bone Stretching and Case Series. Philippe Bousquet, Pierre Canal et al. Journal of Oral and Maxillo-Facial Surgery October 2016 Volume 74, Issue 10, Pages 1914–1925
  3. Surgical Luxation and Orthodontic Traction of an Ankylosed Upper First Molar. MATHEUS MELO PITHON. JCO, 2016 VOLUME L NUMBER 5

     

A. Lab. Smile Solutions di F. Doroteo e G. Leccese. www.smilesolutions.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...