Estrarre il canino da latte per ridurre il rischio di inclusioni (di G.Fiorillo)

Esistono immagini radiografiche che ci fanno pensare ad un elevato rischio di inclusione del canino e altre – clinico-obiettive – che possono indurre il sospetto. E in tema di Ortodonzia in grado di intercettare e/o ridurre il rischio di canine’s impaction, la prima cosa che ci viene giustamente in mente è quella di applicare un ERP, con il proposito di aumentare il perimetro d’arcata e risolvere l’affollamento profondo in pre-maxilla.

91A3E17B-39D1-4F20-AC78-B97E6E234C37


Bene, ma non basta perché osservando la semplice e mai superata OPT (in foto ima immagine tratta dal sito del Prof Adrian Becker, uno dei massimi esperti in tema di inclusioni del canino), spesso rileviamo che il deep crowding anteriore potrebbe migliorare se facessimo spazio  estraendo il canino da latte. Lo facciamo spesso e giustamente e – bene saperlo – possiamo giustificarlo EBM citando il seguente articolo-review avvalorato da valutazione metanalitica:

Effectiveness of extraction of primary canines for interceptive management of palatally displaced permanent canines: a systematic review and meta-analysis di Athanasiou e coll della Dubai University pubblicato su EJO nel giugno del 2017.

A dirla tutta, degli studi selezionati (214), solo 5 hanno superato la selezione avendo fornito risultati di follow up a 48 mesi e nelle conclusioni – come al solito – gli autori auspicano la produzione di articoli scientifici di miglior qualità, ma possiamo leggere che: “Extraction of primary canines in the mixed dentition may increase the chance of subsequent successful eruption of PDC in the long term”.


Quindi facciamolo sistematicamente e se il genitore ci punta il dito contro, citiamo questo articolo elevandoci al grado di ortodontisti competenti che oltre a dichiarare un generico “la letteratura scientifica dice che”, specificano dicendo “come suggerito da Athanasiou in una approfondita ricerca del 2017”. 


A postulare quanto appena scritto, aggiungerei altresì l’opportunità, spesso suggerita dalla Rx,  di estrarre prima del canino deciduo, anche il D (primo molare da latte) per far muovere in direzione occlusale il primo premolare in corso di maturazione. Ciò non altera la cronologia di permuta, riduce l’affollamento profondo e prepara alla estrazione del canino da latte. E appena postato questo piccolo contributo, prometto di andare a ricercare evidenze anche su questo aspetto!

Gianluigi Fiorillo

 

https://mbteam.co/2017/07/28/fare-previsione-di-inclusione-canina-suggerimenti-da-letteratura-di-a-esposito/

Effectiveness of extraction of primary canines for interceptive management of palatally displaced permanent canines: a systematic review and meta-analysisAmeirah Saeed Alyammahi, Eleftherios G Kaklamanos, Athanasios E Athanasiou. European Journal of Orthodontics, Volume 40, Issue 2, 6 April 2018, Pages 149–156

https://www.dr-adrianbecker.com/page.php?pageId=281&nlid=102

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...