Come usare l’iPhone per le foto in Ortodonzia (G.Fiorillo)

Da tempo è abitudine dei più utilizzare l’iPhone (o in generale lo Smartphone) per effettuare le foto professionali ortodontiche. Certo il termine “professionale” può risultare inappropriato quando la qualità della fotografia è ridotta e – a volte – l’uso del cellulare serve a mascherare una deficienza di strumenti. Ma, fatte queste premesse, se si  riuscisse ad aumentare la definizione e la resa di queste fotocamere, attraverso un corretto utilizzo delle funzioni intrinseche del device, il ricorso ad App adeguate e di accessori specifici, si potrebbe “sdoganarne” l’utilizzo. Vediamo come possiamo fare…

App

Tra quelle presenti su App Store (e su Google Play), degna di nota è Dental Shooting, il cui download non è gratuito, ma di sicuro non costa eccessivamente. L’ App è scaricabile utilizzando il seguente link.

Dental Shooting consente di effettuare foto extraorali ed intraorali facilitate dalla griglia che compare sul display. Le foto possono essere ritoccate in post-produzione, e soprattutto si può produrre immediatamente una presentazione o un PDF da mostrare, inviare o stampare per rendere la prima visita più efficace e “commerciale”. Sul sito www.dentalshooting.com l’interessato potrà trovare altre info su quanto possibile fare. Personalmente l’ho trovata molto efficace, anche se migliorabile. Per esempio, sarebbe meglio se la griglia rimanesse visibile anche durante lo scatto e non solo prima dello stesso.

Accessori per l’impugnatura 

Uno dei problemi dello Smartphone o dell’iPhone è l’impugnatura. Non è facile tenere  con due dita il telefono e con il terzo toccare il cerchio rosso dello shoot. È la difficoltà permane anche se si utilizza il tasto collocato su uno dei lati. Molto comodo è il ricorso ad un bastone per selfie come per esempio il CliqueFie Selfie Stick, in vendita negli Apple Store, da usare senza allungare l’asta telescopica e avvalendosi del remote control in dotazione.

In alternativa è possibile utilizzare, a condizione che se ne faccia anche un utilizzo per altro , un Gimbal che – per chi non lo sapesse, è uno strumento fornito di stabilizzatore motorizzato che consente di effettuare riprese video senza le tipiche oscillazioni delle riprese manuali. Utilizzato in modalità lock diventa un manico solido e comodo con pulsante per lo scatto in posizione facile per il pollice. I gimbal si collegano in bluetooth o stabilendo con il cellulare una connessione Wi-Fi locale. Tra quelli visti (e acquistato) consiglio il Fey Yu SPG C che risulta essere molto solido e versatile.

IMG_1388

Ovviamente non è l’unico strumento di questo tipo. Da segnalare anche il gimbal DJI. I costi dei gimbal meno evoluti ai quali faccio riferimento oscillano tra i 100 e i 150 euro.

Flash

Se tuttavia volessimo aggiungere un flash avremmo qualche problema. Con un bastone per selfie o un gimbal, la cosa più semplice che si  può fare è aggiungere direttamente sul cellulare un flash (o due) a led fornito di clip. Per esempio il “BlueBeach Clip Faretto LED per fotocamera cellulare” acquistabile a meno di 10 euro su Amazon, che vediamo nelle foto sottostanti.

Il rischio è tuttavia di creare zone d’ombra nelle foto intraorali. Un flash utile e rintracciabile su amazon ad un costo irrisorio è un anulare pinzabile intorno all’obiettivo: “Mindkoo Selfie Luce Anello Flash Macro Ring Light Portatile LED Esterno (nome lunghissimo, sigh) supplementare di Illuminazione Notturna con 3 Livelli di Luminosità per iPhone Samsung HTC Nokia iPad LG Motorola e Altri Smartphone”. Al costo di soli 6 euro fornisce una luce diffusa utile a superare il problema ombre del flash monodirezionale della fotocamera.

Interessante, inoltre, è quanto scrive Davide Roccato sul blog Italianeography.com a proposito di flash per Smartphone e di quelli che considera i migliori otto presenti sul mercato.

Combi

Anziché utilizzare il bastone per il selfie, è possibile scegliere la combinazione di un Ulanzi, definito “Supporto Universale per Treppiedi per Smartphone, Adattatore per Treppiedi Ulanzi di Selfie Stick per iPhone 7 Plus Samsung Nexus”, abbinato ad un treppiedi/manico (per esempio il treppiedi Manfrotto o della stessa Ulanzi) e ad un’asta per accessori sulla quale applicare un flash.

IMG_1400Osssrvando la figura è facile immaginare come si possa corredare l’accessorio con il flash supplementare che, se collocato da parte opposta rispetto al flash integrato nel cellulare contribuisce a rendere l’illuminazione uniforme. È tuttavia possibile immaginare un sistema a doppio flash (doppia fonte luminosa accessoria laterale) se si sceglie un altro accessorio Ulanzi che consente di montare anche un manico (per esempio un treppiedi chiuso) e di fissare in posizione intermedia l’iPhone (o lo smartphone). L’accessorio si  chiama “Andoer Ulanzi Handheld Smartphone Stabilizzatore della Staffa”, costa circa 20 euro e lo vediamo nelle immagini sottostanti.

I flash led abbinabili a questi sistemi devono essere forniti di vite o slitta per il fissaggio, e non di clip, quindi diversi da quelli descritti in precedenza. Per esempio il Flash Andoer 126 LED 10W 960LM Dimmerabile utilizzabile anche su fotocamera reflex o su videocamera è acquistabile a circa 30€ (ne servono due).

Lenti Macro

La funzione Macro sul l’iPhone è svolta dal secondo obiettivo da 57mm che si attiva cliccando su 2X. È opportuno fare attenzione perché le zoommate intermedie 1X/2X attivano l’elaborazione digitale dell’immagine e allo stesso modo quando si va oltre il 2X. Una ghiera suggerisce la possibilità di scattare fino a 10X, ma lo zoom è digitale e ciò fa perdere definizione. Quindi sempre 2X e avvicinamento del cellulare mantenendo una buona luminosità (né ombre, né luce eccessiva). Tuttavia esistono macro lens aggiuntive applicabili sull’obiettivo, la cui resa tuttavia è da verificare. Per esempio il Mactrem, obiettivo Macro da 12,5X venduto insieme ad un grandangolo su Amazon a meno di 20 euro.

Ovviamente non si tratta del miglior macro abbinabili, perché anche i maggiori produttori di lenti e di strumenti ottici si sono resi sensibili alla richiesta. Tra questi, Zeiss che produce un fantastico e costoso obiettivo Macro 40/80 (ZEISS Vario-Proxar) le cui caratteristiche possono essere scoperte per esempio su questo video YouTube e di cui si parla sul sito Exolens azienda che lo produce in partnership. Il costo di questo obiettivo si aggira intorno ai 200 dollari e riguarda i modelli 6, 6 plus e 7.

Per gli iPhone 7, il 7 plus, l’8, l’8 plus e l’X esiste però il prodotto giusto: la lente Macro di Moment che ingrandisce a 10x e si vende in abbinamento ad una cover rigida con attacco a incastro per l’obiettivo. Ciò consente di non cambiare obiettivo al cambio di cellulare, ma di sostituire solo il case. I costi sono pari a 90 e 30 euro circa rispettivamente per obiettivo e cover di sostegno. Di seguito il link per info e acquisto: https://www.shopmoment.com/shop/new-macro-lens

Concludendo possiamo dire che l’argomento è aperto, che ancora non siamo al top, che alcuni Smartphone (i SAMSUNG per esempio) offrono una resa migliore rispetto agli iPhone, che alcuni accessori sono di qualità non eccelsa ma che ne esistono altri molto più qualitativi che forniscono risultati professionalmente adeguati. E inoltre che la facilità di impiego, l’immediatezza del rilievo fotografico, la possibilità di condivisione immediata (con i pazienti o con i colleghi), indurranno gli ortodontisti e gli odontoiatri in generale, a documentare i propri casi anche con questa metodica. Quando si dice che col cellulare ormai facciamo tutto…

Gianluigi Fiorillo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...