Vuoi sapere in quale direzione va l’Ortodonzia?

Più o meno tutti noi Ortodontisti siamo in grado di renderci conto dei cambiamenti che la nostra professione subisce (o genera) nel corso degli anni; siamo cioè abbastanza consapevoli del progresso che ci riguarda. E infatti assistiamo interessati al successo delle TADs, degli allineatori trasparenti, dei bracket self ligating, dell’imaging 3D e delle corticotomie: in altre parole, i topic innovativi che stanno cambiando la nostra professione… Ci rendiamo conto di questo durante i Congressi, a seguito delle sollecitazioni commerciali e parlando con i colleghi.

Ma, recentemente, navigando senza meta sul web, ho scoperto un modo per avere il polso non solo dell’attualità ma anche del futuro del nostro mondo. Esiste un sito che si chiama worldwide.espacenet.com nel quale sono disponibili le schede tecniche di tutti i brevetti internazionali registrati relativamente a tutti gli ambiti, che presenta al suo interno un motore di ricerca raffinato in grado di limitare l’indagine a ciò che ci interessa. Se infatti nel campo Advanced Search inseriamo la parola Orthodontic (che comprende anche Orthodontics), tiriamo fuori tutti i brevetti registrati per l’intero globo terraqueo riguardanti l’ortodonzia, riuscendo ad avere informazioni su provenienza geografica dell’inventore, tipologia dell’oggetto o del sistema, azienda coinvolta.

Possiamo per esempio renderci conto che la gran parte dei brevetti riguarda nuovi bracket self ligating, possiamo andare a vedere cosa ha brevettato una determinata azienda (vogliamo sapere che forma avrà il nuovo bracket 3M o Ormco?), possiamo stabilire che gli Stati più attivi nella produzione di brevetti sono collocati in oriente e rispondono al nome di Korea, China e Taiwan. E volendo si può anche impostare una banale statistica, cosa che ho provato a fare. Non prima però di informarvi su alcune chicche.

Ho scoperto per esempio che forma avrà e quali innovazioni presenterà il nuovo bracket Damon… Non lo sa nessuno, ma non è spionaggio industriale se possiamo descrivere il bracket come un oggetto in grado di modificare l’inclinazione dello slot e conseguentemente della informazione di torque. E se la curiosità ci anima possiamo ricostruire l’evoluzione del sistema Damon dagli inizi semplicemente semplicemente riguardando in ordine cronologico progressivo i brevetti che lo hanno riguardato, inserendo il nome Damon nello spazio inventor.

Ho scoperto quale modifica potrebbe subire il pushrod del Forsus, il sistema 3M per la correzione delle classi 2. Ebbene il braccio in questione appare angolato per seguire la curvatura della arcata e si inserisce sull’arco inferiore con un sistema ancora più pratico ed efficiente di quello attuale.

E ancora, ho scoperto un’interessante cantilever da abbinare alla testa della Ortho-implant brevettata dal bravissimo collega italiano Marino Musilli per realizzare sofisticati sistemi biomeccanici.

 

Nel motore advanced search del sito esiste anche il campo applicant (riferibile alla azienda è distinto dal campo inventor). E se per esempio, indichiamo in questo campo Align Tech, possiamo farci un’idea degli sviluppi futuribili del sistema di aligners più conosciuto al mondo. Chissà per esempio se vedremo mai realizzata l’idea dei piani di rialzo simili al Twin block che possiamo vedere cliccando su questo link. Sarebbe una novità molto interessante!

 

Chissà se la curiosità da amanti dell’ortodonzia vi spingerà a dare un’occhiata…

Gianluigi Fiorillo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...